I lieviti non Saccharomyces in cantina: il caso di Starmerella Bacillaris

CATEGORIA: Webinar on demand
FORMATORI: Viviana Corich

L’uso di lieviti non-Saccharomyces nella produzione del vino ha guadagnato crescente interesse negli ultimi anni per la loro capacità di conferire caratteristiche distintive e migliorare la complessità aromatica dei vini. Tra questi, Starmerella bacillaris si è dimostrato particolarmente promettente.
L’intervento avrà lo scopo di illustrare le caratteristiche di questo lievito (bassa resistenza all’alcol, attitudine fruttosofila, elevata produzione di glicerolo) per evidenziare le potenzialità del suo impiego nella produzione del vino.
Verranno inoltre descritte le modalità di utilizzo (inoculo sequenziale) e gli effetti sulla stabilità proteica.
Infine, verranno discusse le proprietà antifungine di questo lievito e il suo potenziale uso come agente di biocontrollo in vigneto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Webinar on demand

 40,00
costo
Socio
 55,00
costo
Non Socio
 15,00
costo
Studente
on demand
4
SI

Formatori

Informazioni

Altri webinar collegati

Webinar on demand

on demand

Nuove strategie per la stabilizzazione proteica dei vini

Nella prima parte del webinar il Prof.  Vincenzi introdurrà il tema della stabilizzazione proteica nei vini, con delle considerazioni in merito alla tecnica comunemente utilizzata, ovvero il trattamento con bentonite. Verranno in particolare affrontati i problemi tecnologici legati al trattamento con bentonite e verranno proposti dei suggerimenti per aumentare l’efficacia…
Webinar on demand

on demand

La meccanica e l’impiantistica al servizio della filiera enologica

Il webinar tratterà il funzionamento e il dimensionamento di massima delle macchine e degli impianti, oltre che la loro gestione in relazione alle esigenze produttive, ambientali ed economiche dell’azienda, nonché di destinazione del prodotto. Cenni al trattamento e al recupero delle biomasse e alla depurazione dei reflui.      …
A CURA DI: Biagio Bianchi
Webinar on demand

on demand

Gestione della perdita d’acqua per il miglioramento della qualità dell’uva

Perché la perdita di acqua dall’uva da queste particolari caratteristiche al vino? quali sono le implicazioni fisiologiche che determinano le particolari caratteristiche qualitative, polifenoliche e aromatiche? come gestire la perdita di acqua per avere particolari caratteristiche? A questi interrogativi si risponderà nella lezione.      
A CURA DI: Fabio Mencarelli